ARGILLA POLIMERICA: LA TECNICA MISTA

Nei post precedenti ti ho raccontato le tecniche più disparate per lavorare al meglio l’argilla polimerica e realizzare creazioni personalizzate, dalla tecnica Hidden Magic alla millefiori, alla Mokume Gane. Oggi ti parlerò invece di un metodo semplice e molto personale e ti darò dei riferimenti, lasciando a te tutto lo spazio creativo. Si tratta di mischiare le paste e i colori acrilici.

 

COMINCIAMO!

  • Prepara una superficie della forma e dei colori di tuo gradimento
  • quindi fai delle incisioni con delle formine o con qualunque arnese tu abbia a disposizione, la cosa importante è che la superficie abbia dei “solchi”.
  • Prendi del colore acrilico nelle tonalità che preferisci e pasticcia sulla superficie facendo attenzione a non rovinarla.
  • Volendo puoi anche passare il colore dopo la cottura della pasta, dando la forma che vorrai prima della cottura. 
  • Una volta asciutto il colore, togline la maggior parte, lasciandone solo nei solchi che hai impresso sulla superficie. Per rimuovere il colore puoi usare quello che vuoi e gli effetti saranno molto diversi. Fai delle prove e scegli quale procedura ti aggrada di più. Alla fine potrebbe essere utile passare una mano di vernice protettiva sulla superficie visto che i colori acrilici possono deteriorarsi col tempo, ma ti invito a sperimentare, provare e mischiare anche tutto quello che ci siamo detti in precedenza. 

Questo metodo ti consente di ottenere effetti incredibili e anche molto diversi solo in base alle forme e ai colori che sceglierete.

Ti divertirai un mondo!

 

Le tecniche di cui si parla in giro altro non sono che idee a volte originali e rielaborazioni di tecniche già esistenti, per cui ciascuno può portare le proprie idee. Intanto ciascun lavoro sarà sempre unico, ma è davvero divertente scoprire e magari sorprendersi ad un certo punto con qualcosa che piace anche se l’idea iniziale era molto diversa. Quello che conta è il divertimento e l’entusiasmo, senza i quali non vi può essere creatività e condivisione positiva. Con la tecnica millefiori come riferimento ad esempio è possibile realizzare tante di quelle cose che non basterebbe una vita per descriverle.

 

CONSIGLI

Le paste sintetiche si prestano molto bene come medium, quindi prova a mischiare anche elementi diversi, materiali e colori e usa ciò che hai intorno per realizzare quello che la fantasia ti suggerisce. Oppure prendi spunto da qualunque cosa, un colore, una forma, un gioiello e costruisci ciò che vuoi. Non ci sono limiti, letteralmente. Per alcune cose serve pratica, per altre serve oggettivamente un po’ di talento e per altre ancora un po’ di buon gusto, ma come fare a sapere senza provare? Soprattutto, dico io, divertitevi!

Buona creatività a tutti!

 

 

A cura di ClayArt (Rossella Puoti)

 


LA GUIDA SULL'ARGILLA POLIMERICA


COMMENTA ADESSO!

Scrivi commento

Commenti: 0