L'ARGILLA POLIMERICA. LA TECNICA DEL MOKUME GANE

Mokume Gane è un'antica tecnica giapponese di lavorazione dei metalli, letteralmente vuol dire "metallo con venature del legno" e infatti consiste nella sovrapposizione di più metalli, ad esempio oro giallo e oro rosso, che lavorati insieme si trasformano in una sorta di millefoglie da cui si ricavano le famose venature. 

Denbei Shoami, un maestro fabbro del XVII secolo della provincia di Akita, è accreditato come l'inventore del mokume, tecnica che ha utilizzato per adornare le spade dei samurai. Altre fonti riportano un utilizzo e uno sviluppo della tecnica anche a Damasco, in Marocco e in altri Paesi con una forte tradizione per la realizzazione di spade e altri lavori in metallo.

 

Mokume Gane viene poi rielaborata per la lavorazione dell'argilla polimerica.

Fondamentalmente è quindi la sovrapposizione dei materiali che si vogliono utilizzare, fino a comporre un materasso a più strati, i cui piani possono contenere ad esempio fogli metallici (ad esempio la foglia oro), colori trasparenti, colori metallizzati ma anche colori pastello, colori ad alcol, polveri e pigmenti. A seconda della tecnica utilizzata dall'artista e degli elementi che si scelgono, si possono ottenere effetti anche molto diversi ed è possibile sviluppare infinite variazioni, sperimentare svariati materiali e colori e con pazienza ammirarne i risultati.

 

Una volta ottenuto il "millefoglie" bisogna realizzare dei tagli, disegni, praticare tagli profondi, fori, incisioni di vario genere, forme e dimensioni con oggetti vari, che daranno alla superficie un aspetto unico e irripetibile. E' possibile anche rimuovere dei cilindri di materiale, tanto per un esempio, e reinserirli in modo diverso.

Infine si asporteranno delle "fette" di materiale con molta attenzione perché la precisione dei movimenti, insieme ai materiali, ai colori e ai tagli effettuati daranno l'effetto finale visibile su ogni singolo pezzo.

 

Vi sono poi altre versioni di questa tecnica che non prevedono tagli e incisioni, quanto più l'utilizzo di texture che daranno alla superficie un aspetto più regolare ma altrettanto originale e sorprendente.

 

 

A cura di ClayArt (Rossella Puoti)


LA GUIDA SULL'ARGILLA POLIMERICA


COMMENTA ADESSO!

 

Lascia un tuo commento!

Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Valeria (sabato, 07 gennaio 2012 20:02)

    Un bellissimo spazio...complimenti per l'iniziativa

  • #2

    Monet Beene (mercoledì, 01 febbraio 2017 02:19)


    Fabulous, what a blog it is! This web site gives helpful facts to us, keep it up.

  • #3

    Michell Digirolamo (mercoledì, 01 febbraio 2017 16:45)


    If you desire to increase your experience only keep visiting this web page and be updated with the most up-to-date information posted here.

  • #4

    Dia Mohn (giovedì, 02 febbraio 2017 06:31)


    You are so cool! I do not think I have read through anything like this before. So good to find someone with original thoughts on this subject matter. Really.. thanks for starting this up. This web site is one thing that is required on the web, someone with some originality!

  • #5

    Angella Provenza (giovedì, 02 febbraio 2017 15:14)


    Everyone loves it when people get together and share ideas. Great site, stick with it!

  • #6

    Reynalda Billiot (lunedì, 06 febbraio 2017 03:32)


    My brother recommended I would possibly like this web site. He was once totally right. This post actually made my day. You cann't believe simply how a lot time I had spent for this information! Thanks!