COME CREARE UNA LAMPADA IN VETRO

Eccoci ad un nuovo appuntamento con la magia del mondo policromo dei vetri. L’aria, finalmente tiepida porta con se nuova energia e una gran voglia di luce e colore. Questa volta abbiamo voluto raccontarti come nasce una lampada utilizzando le due tecniche che ti abbiamo spiegato negli articoli precedenti (Come lavorare il vetro, La tecnica Tiffany: guida pratica) e implementando l'uso del mosaico. Piccoli frammenti di vetro che potete facilmente reperire e come base di partenza quattro rettangoli di vetro “float” (lo stesso che viene usato per le finestre).

Mosaico e tecnica “Tiffany” in un unico abbraccio per illuminare e colorare la nostra casa e in più la soddisfazione di aver ridato vita a dei piccoli frammenti apparentemente inutilizzabili.

 

 

1. DISEGNO, POSIZIONAMENTO E TAGLIO

Prima di iniziare decidi quale disegno si adatta meglio al tuo ambiente e quali colori userai per verificare che il materiale a tua disposizione sia sufficiente per ricoprire le quattro facce della lampada.

Ricordati di ritagliare, nella parte bassa di una delle facce (quella che andrà sul retro), una piccola fessura per far passare il filo elettrico e procedi poi con la molatura e la bordatura con il nastro “copper foil” di rame, possibilmente di 10mm.

Procurati dei sostegni per fare in modo che durante la saldatura a stagno, i lati della lampada siano sempre a squadro e dopo aver assemblato il tuo parallelepipedo procedi con la saldatura degli angoli interni.

Ripulisci bene le superfici con un prodotto sgrassante (alcool) e procedi con il tuo mosaico, incollando i pezzi di vetro con del silicone bianco.

 

2. LO STUCCO E LA PULIZIA

Se hai difficoltà a tagliare dei pezzi curvi, niente paura!!

Anche una lampada geometrica sarà senz’altro di grande effetto.

Lascia qualche millimetro libero su tutto il perimetro e in prossimità degli angoli e ricordati di lavorare sempre in orizzontale per evitare che i pezzi si muovano (il silicone ha bisogno di circa otto ore per asciugare). Non avere fretta.

Dopo aver completato i quattro lati prepara lo stucco per riempire le fughe tra un pezzo e l’altro.

Se decidi di colorare lo stucco puoi usare del colore acrilico.

Infine, ripulisci bene le quattro facce e lascia asciugare lo stucco per almeno un giorno.

 

3. LAVORO FINITO

Libera la tua fantasia e buon divertimento!!!

A cura di Beatrice Morello

 


ARTICOLI CORRELATI


COMMENTA ADESSO!

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Najla (giovedì, 12 novembre 2015)

    salve
    avrei bisogno di qualche informazione.
    lavoro il tiffany ma in questi giorni un mio amico mi ha portato una lampada tiffany danneggiata e dovrei sostituire alcuni pezzi.non so come fare per togliere il vecchio stagno per poter saldare i nuovi pezzi.
    la seconda domanda riguarda il piombo adesivo,si può patinare?
    cordiali saluti
    najla hassen
    nejla_hassen@hotmail.com

  • #2

    Johnathan Maggio (martedì, 07 febbraio 2017 03:36)


    Appreciating the persistence you put into your blog and in depth information you present. It's great to come across a blog every once in a while that isn't the same out of date rehashed information. Wonderful read! I've saved your site and I'm including your RSS feeds to my Google account.

  • #3

    Timmy Ek (martedì, 07 febbraio 2017 09:56)


    I got this web page from my pal who told me on the topic of this site and now this time I am browsing this web page and reading very informative articles at this time.