IL MESTIERE DELLE ARTI – II EDIZIONE

Una guida pratica al sapere-fare dell’artista. Aperte le iscrizioni.

Riparte il Corso di formazione per giovani artisti dell’Emilia Romagna IL MESTIERE DELLE ARTI, giunto alla II edizione; un modello sperimentale di formazione nell’ambito dell’arte contemporanea, nei settori delle arti visive e performative, rivolto ad un gruppo selezionato di esordienti artisti dell’Emilia Romagna. Carattere innovativo è l’intenzione di concentrarsi sugli aspetti pratici, materiali ed economici del “mestiere”, compresi quegli sbocchi di “applicabilità” della scelta artistica, in campi vicini o affini, che sono di prassi affiancati alla ricerca.

 

L’iniziativa è finanziata dal Ministero della Gioventù e dalla Regione Emilia Romagna. Progetto e gestione sono svolti in collaborazione dal GAER (Associazione Giovani Artisti dell’Emilia Romagna), dalla Provincia di Bologna, dal Comune di Ferrara e dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

 

Con il progetto Il mestiere delle arti, si intende incrementare la consapevolezza di una “applicabilità” dei singoli percorsi artistici per offrire al giovane artista una realistica prospettiva di collocazione nell’attuale sistema dell’arte.

Il corso è suddiviso in 4 fasi:

1. Il “mestiere”; un ciclo di incontri con protagonisti del mondo delle arti visive e performative per acquisire le competenze necessarie dal punto di vista normativo ed operativo: lo scenario attuale del mondo dell’arte, gli sbocchi professionali, come organizzarsi nel mondo dell’arte, aspetti giuridici, i premi, i concorsi ecc.

2. L’acquisizione delle competenze personali: un percorso costituito da incontri di gruppo, colloqui individuali e lavoro individuale che ha come finalità l'aumento di consapevolezza di chi ne fruisce riguardo le proprie caratteristiche, risorse e potenzialità (personali, formative e professionali), in vista della costruzione di un progetto di vita lavorativa che sia congruente, si avvalga del percorso di consapevolezza sviluppato durante il bilancio, e sia scelto in modo autonomo e pienamente responsabile.

3. Weekend motivazionale: che abbia l’obiettivo di condurre i partecipanti a prendere consapevolezza delle necessarie competenze trasversali necessarie per farsi strada nel mercato del lavoro artistico e culturale: comunicazione efficace, lavoro di gruppo, gestione della leadership, gestione dei conflitti.

4. Laboratorio e evento artistico performativo finale: Un laboratorio/workshop, dal titolo “TESSUTO VISSUTO LAB, dall’arte della canapa alla canapa per l’arte”, condotto dall’artista Emilio Fantin, per confrontarsi con la dimensione della ricerca edella sperimentazione attraverso la produzione di opere d’arte e performance che partono dalla lavorazione della canapa: materia duttile dalla quale potrà nascere il movimento, la coreografia, l’installazione o altro. Il laboratorio si concluderà con un evento artistico e performativo finale, che sarà presentato pubblicamente a Bologna e a Ferrara. 

 

Il corso è rivolto a giovani artisti che sono nati, vivono, lavorano o risiedono in Emilia Romagna, nella fascia d’età compresa fra i 21 e i 30 anni (compiuti alla data del 1 gennaio 2013), che si esprimono nelle seguenti discipline, in un’orizzonte operativo di intreccio, interrelazione e contaminazione fra i diversi ambiti espressivi elencati: Arti Visive e Performative, Spettacolo (Teatro, Danza, Cinema/Video), Design e Moda. E’ inoltre rivolto ad esperti in tecniche multimediali, scenografiche e costumistiche, e audio-luci.

L’iscrizione al corso è gratuita.

 

Info: mestieredellearti@gmail.com

Domanda di partecipazione: www.gaer.ws

Scarica e conserva!


Download
Il Bando. Il Mestieri delle Arti, II edizione
bando-definitivo.pdf
Documento Adobe Acrobat 73.0 KB
Download
Locandina. Il Mestiere delle Arti, II edizione
Locandina - Mestiere delle Arti.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.1 MB


LEGGI ANCHE:


L'ARTE COME UNA PARTITA A PING PONG tra galleristi, critici e case d'asta
L'ARTE COME UNA PARTITA A PING PONG tra galleristi, critici e case d'asta
LE BIZZARRIE E I PARADOSSI DELLA LOWBROW ART, DAI PELUCHE MUTANTI ALLE DAMINE RAGNO
LE BIZZARRIE E I PARADOSSI DELLA LOWBROW ART, DAI PELUCHE MUTANTI ALLE DAMINE RAGNO
MOVIMENTO- VELOCITA’- RITMO: NELLE MANI E NELLA MENTE DELL’ARTISTA CINETICO
MOVIMENTO- VELOCITA’- RITMO: NELLE MANI E NELLA MENTE DELL’ARTISTA CINETICO


Scrivi commento

Commenti: 0