INTRECCI URBANI- YARN BOMBING A GENOVA: KNITTERS E’ IL VOSTRO MOMENTO!

Knitters e creativi dell’uncinetto, la città di Genova lancia un nuovo progetto e porta in casa nuove forme d’arte tessile: Intrecci Urbani - yarn bombing è un progetto artistico intergenerazionale che culminerà con la realizzazione di una grande installazione collettiva che verrà esposta nell’area del Porto Antico di Genova dal 21 marzo 2013.

 

Lo Yarn Bombing, letteralmente “bombardamento di filati”, è una nuova forma d’arte che nasce nelle strade degli Stati Uniti nel 2005; un movimento internazionale che colora le città “vestendole” con installazioni in lana e cotone. Si possono rivestire arredi urbani, statue, alberi e altro ancora che, diventano manufatti artistici e, oltre ad abbellire, danno ai luoghi in cui sono installati un aspetto gioioso e colorato.

In questi ultimi anni, il fenomeno artistico è approdato e si è diffuso anche in Italia in varie forme, con iniziative a carattere pubblico e attraverso opere di singoli artisti.

Il progetto che si vuole realizzare a Genova costituisce un’anteprima assoluta, un’iniziativa innovativa di grande partecipazione e un evento artistico di rilevanza nazionale. Per la realizzazione del progetto si prevede un percorso di preparazione molto articolato che coinvolgerà un numero rilevante di associazioni, enti e singole persone appartenenti a categorie molto varie e trasversali che lavoreranno insieme per la messa in opera dell’evento.

 

Va sottolineato che il progetto, oltre gli aspetti scenografici, artistici e spettacolari, presenta una forte valenza sociale ed intende perseguire obiettivi importanti quali la coesione sociale, la socialità, l’intergenerazionalità, l’intercultura.


IL PROGETTO:

Il Comune di Genova, in collaborazione con Porto Antico di Genova SpA e Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, propone la creazione di un grande evento di yarn bombing in un’area cittadina molto frequentata del centro dove verrà realizzata un’installazione molto visibile rivestendo gli arredi urbani quali panchine, ringhiere, alberi, parti di edifici, etc. e, contestualmente, sul territorio verranno create alcune installazioni di “richiamo” dell’iniziativa.
Al termine dell’esposizione i manufatti verranno recuperati e destinati ad uso sociale.

 

Si può aderire come associazione o gruppo informale, oppure singolarmente si può contribuire alla realizzazione dei manufatti mettendosi in contatto con le varie sedi attivate in tutto il territorio cittadino dove sono stati organizzati laboratori di maglieria e gruppi di lavoro.

 

E’ possibile partecipare per:

  • la raccolta della lana usata o nuova da mettere a disposizione dei gruppi di lavoro;
  • la creazione di un gruppo di lavoro presso la propria sede;
  • l’attivazione di un laboratorio di maglieria presso la propria sede con la presenza di un insegnante;
  • la disponibilità a partecipare al progetto spostandosi in altri luoghi.

INFO:

Chi vuole creare insieme a GLI ARTIGIANAUTI un gruppo di knitters per partecipare al progetto può scrivere a info@gliartigianauti.com

Chi è interessato al progetto e vuole proporre altre forme di collaborazione può mettersi in contatto con l'organizzazione scrivendo a intrecciurbani@comune.genova.it

LEGGI ANCHE:


FILO LUNGO FILO, UN NODO SI FARA': L'ARTE TESSILE IN MOSTRA A COLLEGNO (TO)
FILO LUNGO FILO, UN NODO SI FARA': L'ARTE TESSILE IN MOSTRA A COLLEGNO (TO)
CUORE DI MAGLIA. OPERAZIONE EMILIA
CUORE DI MAGLIA. OPERAZIONE EMILIA
KNITTING RELAY: LA STAFFETTA DEL LAVORO A MAGLIA!
KNITTING RELAY: LA STAFFETTA DEL LAVORO A MAGLIA!
TESSITURA ARTIGIANALE COME ATTIVITA’ SOCIO- RIABILITATIVA.
TESSITURA ARTIGIANALE COME ATTIVITA’ SOCIO- RIABILITATIVA.


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    marcella Bergnesi (lunedì, 19 novembre 2012 09:00)

    Mi piacerebbe tanto partecipare, mi metterò in contatto con Fiorella Codognotto!